Ci sono 28 utenti on line!


Mercatopoli apre a Varese!
Mercoledì 01 Luglio 2020
Eleonora Truzzi

apertura-mercatopoli-vareseUn nuovo Mercatopoli, il negozio innovativo e moderno in cui vendere gli oggetti che non usi più, ha aperto a Varese. 

Nonostante il periodo pandemico che ogni commerciante ha vissuto a causa della diffusione del COVID-19, non sono solamente storie negative a giungere alle nostre orecchie. In mezzo a tanti che hanno dovuto lottare contro la necessità di chiudere la propria attività, emergono anche storie di coraggio come quella che stiamo per raccontarti.

I negozi del second hand che aiutano il pianeta
A giugno 2020 ha aperto i battenti al pubblico il negozio Mercatopoli Varese. Il momento inaugurale si è fatto attendere per diversi mesi, ma ora Mattia, Marco e Gabriella sono entusiasti di poter accogliere i loro primi clienti. L’idea di voler aprire un negozio del riuso per incentivare l’economia circolare, riducendo i rifiuti e l’inquinamento atmosferico, non avrebbe potuto avverarsi in un momento più propizio. Il drammatico evento pandemico a cui tutto il mondo ha assistito ha reso le persone molto più attente alla propria salute e a quella ambientale. E, nel riscoprire una vita sostenibile, si inserisce anche il settore del second hand.

apertura-mercatopoli-varese

Visita il nuovo Mercatopoli Varese
Il negozio Mercatopoli Varese presenta uno spazio moderno e adeguato per esaltare il potenziale degli oggetti che ospita al suo interno. Puoi trovare tantissimi reparti come quello dell’abbigliamento, dell’oggettistica, dei mobili, dei libri, dell’elettronica e tanti altri ancora. Lo staff cura ogni articolo al fine di presentarlo nella sua forma migliore. A Mercatopoli Varese puoi acquistare prodotti di seconda mano ma anche vendere gli oggetti che non utilizzi più. Lo staff gestirà tutta la vendita al posto tuo mentre potrai seguire il suo avanzamento direttamente dall’area My Mercatopoli.

Per qualsiasi informazione puoi contattare direttamente lo staff del negozio oppure recarti in sede:


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente