Ci sono 19 utenti on line!


Vintage: la moda rivive nei mercatini!
Martedì 30 Aprile 2013
Elisa Artuso

vespa vintageÈ moda, tendenza, bellezza. Il vintage ormai è diventato quotidianità e si ritrova sia nei tanti mercatini che trattano articoli ispirati a questo stile, sia nei negozi tradizionali che vendono linee di prodotti riconducibili ad esso.

Ma che cos’è nella pratica lo stile vintage? Com’è possibile riconoscerlo ed essere sicuri che sia autentico quando girovaghiamo per i mercatini?

La definizione di vintage è abbastanza univoca, ma questo non rende facile determinare se un oggetto lo sia o meno. Si definisce vintage, infatti, un oggetto prodotto almeno vent’anni prima dal momento attuale e quindi può essere tale anche un bene prodotto nei secoli passati, anche prima del ventesimo secolo. Potenzialmente possono essere definiti tali anche oggetti che normalmente nei mercatini si definiscono di antiquariato o di modernariato.

Una caratteristica del vintage è il fatto che gli articoli definiti tali sono oggetti di culto, sono infatti prodotti con qualità superiori, attenzione ai particolari e alla moda del tempo.

L’etimologia stessa del termine lo fa rientrare in un contesto di pregio: in francese antico vendenge era riferito ai vini d’annata e di pregio.

Quali sono dunque gli oggetti di culto, definiti vintage, più richiesti nei mercatini d’Italia?

Innanzitutto l’abbigliamento e gli accessori: gli articoli Vintage Fashion sono quasi sempre pezzi unici e sono quei capi che hanno influenzato un’epoca, determinandone lo stile, la moda e soprattutto il ricordo. Qualche esempio? Tra gli accessori potremmo indicare gli occhiali Ray-Ban Aviator, diffusi inizialmente negli Stati Uniti tra gli anni 50 e 70. O ancora i cappottini anni 70 in doppio petto con fantasie a quadri.

Tra gli oggetti di culto più diffusi in altri ambiti c’è la Vespa, nata negli anni 40 ed esposta nei musei di design, arte moderna, scienza, tecnica e trasporti di tutto il mondo. I primi modelli sono richiestissimi e assimilabili allo stile vintage. Sullo stesso piano possono essere messe le Fiat 500, nei primi modelli della fine degli anni 50.

Altri oggetti vintage molto ricercati nei mercatini d’Italia sono gli strumenti musicali, che acquisiscono un maggior valore anche con il tempo, in particolare perché il legno con cui sono realizzati migliora le caratteristiche di risonanza acustica proprio grazie alla stagionatura del materiale.

Anche strumenti musicali elettrici possono essere definiti vintage. Tra le chitarre si può menzionare la Gibson Les Paul e la Fender Stratocaster: entrambe hanno influenzato il panorama musicale e l’immaginario collettivo del tempo, diventando davvero mitiche.

Nei mercatini è più facile trovare abbigliamento e accessori, articoli per la casa, oggettistica di vario tipo risalente almeno agli anni 80. Acquistarle non è particolarmente costoso, ma il valore di questi oggetti sta altrove: essi raccontano una storia, narrano un’Italia che non c’è più, evocano ricordi d’infanzia o di gioventù, offrono un colore alla nostra casa, creando un mix interessante di diversi stili.


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente


Copyright ©, by Leotron società benefit a responsabilità limitata - Partita Iva: IT 02079170235

Privacy Policy - Cookie policy - Dati azienda