Ci sono 34 utenti on line!


Prodotti tessili, i migliori si trovano ai mercatini
Mercoledì 04 Dicembre 2019
Eleonora Truzzi

Valore dei mercatini in ItaliaI negozi stanno puntando sempre di più sulla fast fashion, ma questa tipologia di moda fa bene alla nostra salute e a quella del pianeta? 


I capi d’abbigliamento cambiano velocemente e vengono prodotti con fibre sintetiche che permettono di abbassare i costi. Un prodotto di fast fashion, soprattutto se ancora nuovo, costituisce un danno ambientale già annunciato e un potenziale pericolo per il nostro corpo.

Già lavato è meglio
Le fibre sintetiche non possono essere sterilizzate del tutto durante i lavaggi e portano con sé una grande quantità di agenti nocivi per il nostro corpo. Una ricerca effettuata dalla divisione di microbiologia ed immunologia della New York University ha effettuato dei test su capi di alcune case di abbigliamento stabilendo che contenevano più batteri rispetto a quelli raccolti dagli oggetti di uso quotidiano. Le microplastiche, le sostanze chimiche le resine di formaldeide utilizzate durante le lavorazioni rimangono sui capi per poi trasferirsi sulla nostra pelle. Per questo i prodotti tessili di seconda mano che puoi trovare ai mercatini si rivelano molto più sicuri, perché sono già stati lavati diverse volte ed hanno perso la prima carica nociva.

Sono un toccasana per la nostra salute
Le fibre sintetiche stanno mettendo radici sempre più profonde nel mercato tessile e le fibre naturali sono diventate un prodotto di nicchia. Data la loro resistenza e versatilità, tuttavia, sono il capo ideale che puoi scovare in qualche mercatino. Scegliendo una fibra naturale puoi far traspirare di più il tuo corpo, evitando allergie e dermatiti, inoltre puoi lavarla più a fondo.

Valore dei mercatini in Italia

L’ambiente ti ringrazia
Sai qual è la prima causa di inquinamento? Le microplastiche lasciate dalle suole delle scarpe. Allo stesso modo, anche le microfibre dei vestiti rilasciano delle parti in plastica estremamente dannose per l’ambiente. Senza considerare tutte le sostanze chimiche e gli scarti petroliferi utilizzati per la loro produzione. La prossima volta che ti recherai in un mercatino del riuso cerca qualche capo in fibra naturale, aiutando sia la salute del tuo corpo che quella dell’ambiente.


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente