Ci sono 30 utenti on line!


Baby Bazar apre a Trento!
Mercoledì 19 Febbraio 2020
Eleonora Truzzi

Baby Bazar TrentoUn nuovo Baby Bazar, il negozio di secondamano per tutti i bimbi, apre a Trento. 


In una delle maggiori città del Trentino, ricca di storia e di cultura, il 6 febbraio ha aperto un nuovo negozio Baby Bazar. La nascita di uno spazio orientato al riuso è un ottimo invito per tutti i cittadini a sviluppare delle sane abitudini utilizzando articoli per l’infanzia nel pieno rispetto dell’ambiente. I bambini cambiano molto velocemente indumenti e giocattoli, ogni famiglia ne è consapevole. Tuttavia, sempre di più scelgono di non buttare gli oggetti che non vanno più bene ma di rivenderli, permettendo ad altre famiglie di sfruttarli.

I negozi per bimbi che aiutano le mamme e il pianeta
È molto più semplice avvicinarsi a pratiche ecosostenibili grazie a negozi come Baby Bazar. Nel momento in cui il proprio bambino non sfrutta più un vestitino, un accessorio o un giocattolo, e questo si trova in buono stato, può essere venduto all’interno del negozio. In questo modo è possibile allungare la vita degli oggetti acquistati e, a propria volta, scegliere nuovi oggetti di marca e di secondamano al fine di seguire tutte le fasi della crescita.

Baby Bazar Trento

Visita il nuovo Baby Bazar a Trento
Unisciti ad Andrea, titolare di Baby Bazar a Trento, durante l’inaugurazione del negozio che si terrà sabato 29 febbraio alle 15.30 in via dei Solteri, 4. Diversamente, se non riesci ad aspettare la data ufficiale, puoi già recarti in negozio. È regolarmente aperto. Qui puoi trovare abbigliamento, passeggini, lettini, seggiolini da auto, giocattoli, articoli di puericultura e molto altro ancora. Gli oggetti esposti sono selezionati con cura dallo staff di Baby Bazar per garantire qualità ed affidabilità.

Baby Bazar a Trento è aperto il lunedì mattina dalle 9.30 alle 13.00, dal martedì al sabato dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

Per qualsiasi informazione puoi contattare direttamente lo staff del negozio:


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente