Ci sono 23 utenti on line!


Shopping autunnale: acquista i tuoi capi ai mercatini
Mercoledì 16 Settembre 2020
Eleonora Truzzi

shopping-autunno-inverno-mercatiniA settembre i costumi da bagno vengono sostituiti dai primi vestiti a maniche lunghe, gli stivali prendono il posto dell’infradito, le borse di pelle quello delle tracolle di bamboo. 

È il mese in cui ci si prepara ad affrontare l’autunno, le giornate più fresche, le passeggiate nei parchi con le foglie arancioni, le pioggerelle sottili e insistenti. Ecco perché settembre è il mese perfetto per pensare a rivisitare il proprio guardaroba autunno/inverno.

I mercatini del second hand sono pronti per la nuova stagione
I negozi di retail hanno già iniziato a colorare le loro vetrine con toni autunnali, ma i mercatini del riuso non sono certo da meno. Qui puoi trovare dei capi autunno/inverno unici, scegliere esattamente il modello che rispecchia la tua personalità e divertirti mentre fai shopping. Nei mercatini d’Italia puoi trascorrere una giornata in allegria, mentre spulci tra prodotti tutti diversi tra loro per trovare quello adatto a te e te soltanto.

shopping-autunno-inverno-mercatini

Perché acquistare i tuoi capi nei mercatini?
L’unicità dei prodotti, per quanto possa essere importante durante uno shopping di valore, non è l’unico motivo per cui dovresti acquistare i capi autunno/inverno proprio ai mercatini. Un altro motivo che li rende vantaggiosi è la possibilità di risparmiare a livello economico su prodotti di qualità. Ai mercatini vengono veduti grandi marchi dell’alta moda a prezzi accessibili a tutti, e in ottime condizioni! Infine, acquistare capi di seconda mano è una scelta sostenibile dal punto di vista ambientale. La maggior parte ama fare shopping non solo per acquistare oggetti materiali, ma per vivere una vera e propria esperienza, magari in compagnia. Questo, però, non deve essere lesivo per l’ambiente. Ecco perché lo shopping nei mercatini d’Italia è l’unione perfetta di divertimento e consapevolezza.


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente