Ci sono 29 utenti on line!


Ecco perché l’usato è così affascinante
Mercoledì 18 Novembre 2020
Eleonora Truzzi

fascino-usatoIl settore dell’usato ha portato con sé un pesante stigma per molto tempo. 

I beni definiti “usati” davano la percezione di essere passati in altre mani, di essere sporchi, di affibbiare l’etichetta di “povero” a chi li avrebbe acquistati. Ma stiamo parlando del passato.

Oggi la fast fashion e i prodotti creati in massa vengono spesso venduti ad un prezzo molto inferiore rispetto ai beni usati. Ecco allora che ci acquista usato non lo fa perché ne ha necessità, ma perché vede nel second hand la soluzione a problemi molto più elevati come, ad esempio, quello ambientale.

Il settore dell’usato vale attualmente 24 miliardi di euro, con una crescita del 33% in soli 5 anni. Il peso di questo settore non si registra solo a livello economico, ma soprattutto ambientale perché l’economia circolare permette di risparmiare tonnellate di CO2 che verrebbero immesse nell’atmosfera con la produzione di beni nuovi.

Cosa rende così affascinante il settore dell’usato?
Il consumismo ci ha portati a riempire le nostre case di oggetti che, molto spesso, non utilizziamo. Ecco allora che tante persone oggi decidono di liberare spazio in casa raccogliendo tutti gli oggetti in ottime condizioni, ma inutilizzati, e vendendoli nei negozi dell’usato per ricavarne denaro con cui acquistare prodotti più utili. Se prima ci si concentrava solamente sull’avere oggetti materiali, ora c’è un ritorno alle origini in cui ci si interessa maggiormente dell’utilità. Un secondo motivo per cui è affascinante acquistare usato è perché non si conosce a priori l’oggetto con cui si tornerà a casa. Se i beni venduti in massa sono tutti uguali, quelli che si trovano ai mercatini dell’usato sono tutti diversi. Infine, il settore del second hand ha perso il suo stigma quando diverse star di Hollywood hanno dichiarato di essere amanti dell’usato.

fascino-usato

Acquistare usato non è solo utile ma anche bello
Lo shopping di seconda mano non è solo utile dal punto di vista ambientale, perché riduce la produzione di rifiuti e di CO2, ma è anche bello. Ai mercatini si possono trascorrere meravigliosi pomeriggi cercando un pezzo raro, un libro fuori produzione o un abito di una grande firma. I consumatori che incentivano l’economia circolare si arricchiscono di qualcosa che ha molto più valore del denaro.


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente