Ci sono 23 utenti on line!


Tutti i propositi green per il 2021 che devi annotare
Mercoledì 30 Dicembre 2020
Eleonora Truzzi

buoni-propositi-2021Un altro anno sta per concludersi e segnerà la fine di un periodo storico molto difficile per tutti noi. 

I buoni propositi che ci eravamo fissati il capodanno precedente non sono stati raggiunti del tutto a causa del periodo pandemico.

Oggi è quindi il giorno migliore per fissare dei nuovi buoni propositi per l’anno imminente, nella speranza che sia migliore di quello che sta per finire.

Rendi il 2021 un anno più sostenibile
Nonostante il 2020 abbia portato con sé non poche difficoltà, molte persone sono diventate più consapevoli della salute ambientale e dell’impatto che il proprio stile di vita ha sulla Terra. Tra gli obiettivi del 2021 dovranno esserci scelte ecologiche e sostenibili ancor più incisive rispetto all’anno precedente, affinché ogni singolo gesto possa aiutare l’ambiente e l’economia globale. Tra queste devi annotare:

  • Acquisto di moda più consapevole (moda artigianale piuttosto che fast fashion);
  • Predilezione per gli oggetti second hand rispetto a quelli nuovi;
  • Valorizzazione dei mercatini della propria zona per incentivare l’economia local.

buoni-propositi-2021

I valori alla base del second hand
Nel 2019 è stato stimato che il valore generato dal settore della compravendita di usato abbia raggiunto i 24 miliardi di euro, cifra che è destinata a crescere esponenzialmente nel tempo. Molte più persone si stanno orientando verso l’acquisto di prodotti di seconda mano proprio perché è maturata la consapevolezza verso l’ambiente, in particolar modo a seguito degli eventi storici accaduti nell’anno in corso. I consumatori vogliono fare scelte consapevoli per trarne vantaggio sia a livello personale che globale. Inoltre, in una società che ci vuole sempre più in serie, tante persone vanno alla ricerca di oggetti che abbiano la capacità di renderle uniche proprio nei mercatini dell’usato. A trainare la tendenza sono soprattutto i giovani che vedono nel second hand non solo un modo per risparmiare, ma anche per preservare il pianeta su cui dovranno vivere ancora per molti anni. Quindi, tra i buoni propositi del 2021 che elencherai sulla tua agenda, inserisci anche l’acquisto degli oggetti di cui hai bisogno nei mercatini d’Italia.


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente